Simo*


123 ragioni per ricordare il 2007

per la mattina del primo dell’anno
per quella passeggiata al mare il primo gennaio
per il mare in inverno
per i saldi dopo l’Epifania
per la polo a righe di Ralph Lauren
per i pomeriggi passati davanti alla stufa con il libro sulle ginocchia
per il 30 in diritto commerciale senza aver finito di leggere il libro
per tutti i caffè delle domeniche pomeriggio
per tutte le volte che abbiamo incontrato A. e A.
per le pizzette della domenica pomeriggio
per la ricerca del costume di carnevale con F.
per il mio costume da ape
per la festa di Carnevale
per il gin lemon
per le foto impagabili di quella festa
per la sfilata a S. – l’unica a cui sono andata
per aver dato 5 esami in un semestre
per essermi lasciata indietro solo un esame
per le nuove lezioni del secondo semestre
per i pranzi in mensa con M. e R.
per tutte le volte: "Vieni a prendere il caffè da me?"
per tutte le volte in cui il caffè non mi svegliava
per le chiacchierate in pullman con L.
per il giovedì in facoltà
per tutte le volte che incontravo R. in pullman
per "Viva Radio 2" ascoltato con R.
per il giorno in cui ho dato la disponibilità per riniziare il lavoro
per quel sabato al Codice 5
per il Giro d’Italia a Cagliari
per esserci stata anche io insieme ad R.
per i tizi dell’Estathé che non ci hanno dato le trombette
per tutti i gadget che sono riuscita a prendere
per il cappellino rosa (mi stava bene!)
per il lettore di inglese e le sue storpiature dell’italiano
per i fuochi d’artificio sotto l’ombrello con F.
per i nostri crastuli in piazza
per i sabati passati al solito pub
per tutte le volte che incontravamo S. al solito pub
per quella volta che ho rincontrato F. S. e A. al pub dopo mesi
per l’uscita con B. senza aver concluso niente
per quella volta in cui mi sono fatta dalla facoltà alla stazione sotto la pioggia senza ombrello
per le volte che aiutavo qualcuno con ragioneria
per le giornata che stavano iniziando ad allungarsi
per l’incontro inaspettato con F. che non vedevo da anni
per l’ansia qualche settimana prima che riniziassi a lavorare
per la valigia sempre troppo piena
per il primo giorno di lavoro
per aver ritrovato tante facce conosciute
per aver conosciuto nuove persone
per le mie compagne di stanza
per tutte le sigarette fumate al bar dello staff
per la prima festa del personale
per aver fatto un’altra stagione al Beachcomber
per il chiarimento con F.
per aver capito che in realtà non era lui che mi interessava
per la prima volta che lo vidi
per i sabati a Chia
per quel mercoledì al Fuori Luna
per il dj pieno di cazzate
per quella sera che uscii con lui
per i Verdena e "Muori delay"
per Ferragosto che è stato l’inizio della discesa
per aver nascosto la bici a M.
per tutte le volte che A. storpiava l’italiano
per i muffin al cioccolato del room service
per le colazioni fatte di nascosto
per il caffè doppio appena arrivavo in ristorante
per le battute di M.
per gli Sport Nautici e il bar Grottino
per aver conosciuto meglio le mie colleghe
per il regalo che mi sono meritata dopo l’esame di luglio
per tutti i mercoledì di quest’estate
per i ragazzi di Imola
per aver avuto anche quest’anno il giorno libero per Ferragosto
per le feste del personale che facevano schifo
per la lettera di F.
per la lettera lasciata alle mie colleghe
per Gino e per come era sempre in mezzo alle palle
per aver visto Fiorello fare uno scherzo telefonico in diretta
per Cruz che mi ha chiesto informazioni
per me che, mentre davo informazioni, mi sentivo molto professionale
per le canzoni del Fuori Luna e di quest’estate
per il Moet et Chandon
per il guardiano e la bottiglia vuota sul tavolo della veranda
per tutte le volte che siamo usciti a mangiare la pizza
per le chiaccherate con S. fino alle tre e mezza di notte
per la pizza del Corte Noa
per il Rocca Rubia
per tutti i troddietti che ci siamo raccontate
per il carrellino del mini bar
per le caramelle alla fragola che finivano troppo presto
per A., per come sia riuscita a farmi stare meglio
per il primo settembre e quel sabato incredibile
per le mie compagne di stanza (di nuovo)
per il gin lemon che non berrò mai più
per le telefonate delle mie compagne per svegliarmi in tempo
per gli spaghetti al pomodoro con il cappuccino
per i cappuccini con i cuori nella schiuma di P.
per gli occhi gonfi la mattina
per Mtv che passava sempre gli stessi video ma che mi faceva compagnia
per quella frase sussurrata all’orecchio quella notte
per l’ultimo giorno di lavoro
per il primo giorno in facoltà
per aver ritrovato le mie colleghe
per aver conosciuto B.
per aver chiesto il tirocinio sempre lì, sempre al solito posto
per il solito Halloween
per aver conosciuto N.
per non averlo più richiamato
per la festa del personale
per tutte le persone che ho rivisto
per tutto il vino che io e F.abbiamo bevuto
per le scarpe nuove
per tutte quelle che non rivedrò ma ricorderò sempre
per le foto (impagabili)
per la mitica Tullia
per la mattina dopo, così calma, così rilassata
per non aver più nemmeno un esame indietro
per le lezioni interessanti di Storia economica
per questo Natale con i miei parenti e la mia famiglia
per gli auguri che ho ricevuto
per i pochi regali, ma almeno sinceri
per quel sabato al Donegal con V.

Prosegui la lettura »


Buon Natale e felice anno nuovo!!

Per me, quest’anno, l’aria natalizia è iniziata a farsi sentire dopo il 19 dicembre. Tutto intorno la città si preparava a festeggiare il Natale ed io, avvolta come in una bolla impermeabile e trasparente, vivevo come se niente intorno a me fosse cambiato. Non vedevo le luci colorate, non vedevo gli alberi natalizi, non facevo caso agli zampognari e alle loro canzoni natalizie, non vedevo neppure le bancarelle che, come ogni anno, occupano un bel tratto di via Roma.

Prosegui la lettura »