Simo*


Vinci un I-phone

Io ci provo: non si sa mai che vinca un’I-phone così da far schiattare tutti d’invidia… E poi, dopo la "scomparsa" prematura del mio amato Nokia, credo che sarebbe un bel colpo di cu…ehmm fortuna vincere!

Prosegui la lettura »


Di telefoni smarriti e di pezzi di vita persi

La settimana scorsa ho perso un pezzo della mia vita. Non sto esagerando. O forse un po’ sì. Sembra strano come poco meno di 10 centimetri di plastica grigia possano racchiudere quasi due anni di foto, video, messaggi, numeri di persone amiche. Tutto sparito, tutto per colpa di una distrazione di pochi secondi. E dire che erano mesi che mi ripetevo che dovevo salvare tutto sul computer, quasi avessi avuto una premonizione. Ma, come al solito, temporeggiavo e rimandavo all’infinito. Fino alla settimana scorsa non pensavo di essere anche io una di quelle persone "cellulare-dipendente", che considera il cellulare non come uno strumento di comunicazione ma come una naturale appendice del proprio essere.
L’unica consolazione di tutto ciò è stata quella di aver recuperato il mio vecchio numero di telefono e buona parte dei numeri di telefono. Anzi, questa è stata l’occasione per dare una ripulita alla rubrica. Ma certi messaggi, le foto di quest’estate, quelle del mare, i video della scorsa estate sono persi per sempre. Ormai ho superato la fase del "piangersi addosso" e sono un po’ più ottimista. Non è la fine del mondo e sicuramente ci saranno tantissime altre estati per rifarsi!

Prosegui la lettura »


Somiglianze (???)

Anziché studiare francese, girovagando per il mare di Internet mi sono imbattuta in questo sito curioso in cui è possibile scoprire a quale personaggio famoso si somiglia di più.

Prosegui la lettura »


Enivrez-vous.

Ho aspettato più di una settimana prima di decidermi a scaricare le foto sul computer, avevo scritto anche un bel resoconto della serata. Eppure è ancora lì nel foglio elettronico di Word che aspetta solo di essere copiato e incollato. Non so cosa stavo aspettando. Forse dovevo solo mettere ancora un po’ ordine in una serata così densa di facce, di parole, di discorsi, di fatti. Oggi ho incontrato B., non la vedevo dal giorno. Abbiamo ricordato alcune cose. O meglio, lei ricordava meglio di me, visto che, dopo un certo punto della serata, ho solo vaghi flash, come spezzoni di un film che si interrompe. L’unica cosa di cui sono sicurissima è che mi sono divertita parecchio. E B. sembra concordare con me.

Prosegui la lettura »